Bulloneria Inox Standard - Bulloneria Inox Speciale
Sistemi Fissaggio Fotovoltaici
Speciali Disegno Inox - Speciali Torniti Inox
Ancoraggio Rivestimenti Verticali


AREA TECNICA

Designazione della bulloneria in acciaio inossidabile


DESIGNAZIONE DELLA BULLONERIA IN ACCIAIO
Estratto da UNI EN ISO 3506

Il sistema di designazione delle qualità degli acciai inossidabili e delle classi di resistenza delle viti e delle viti prigioniere è dato nella (figura 1). La designazione del materiale consiste in due blocchi separati da un trattino (-). Il primo blocco designa la qualità dell’acciaio, il secondo blocco la classe di resistenza.

La designazione della qualità dell’acciaio (primo blocco) consiste in una lettera

A per acciaio austenitico oppure

C per acciaio martensitico oppure

F per acciaio ferritico

che indica il gruppo dell’acciaio e in una cifra che indica l’intervallo di composizione chimica all’interno del gruppo stesso.

La designazione della classe di resistenza (secondo blocco) consiste di 2 cifre che indicano 1/10 del carico unitario di rottura dell’elemento di collegamento.

Esempio:

1) A2-70 indica:

acciaio austenitico, incrudito, carico unitario minimo di rottura 700 N/mm² (700 MPa).

2) C4-70 indica:

acciaio martensitico, temprato e rinvenuto, carico unitario minimo di rottura 700 N/mm² (700 MPa).


ALCUNE INDICAZIONI PER LA SCELTA DELLA BULLONERIA IN ACCIAIO INOSSIDABILE
Nella scelta del materiale si tengano presente le seguenti indicazioni:

• gli acciai martensitici, nel campo della bulloneria, sono indicati quando occorrono collegamenti di elevata durezza e resistenza meccanica in ambienti debolmente aggressivi

• gli acciai ferritici hanno una resistenza alla corrosione superiore, ma richiedono una periodica manutenzione

• gli acciai austenitici hanno le migliori prestazioni anticorrosive, a discapito di una minore resistenza meccanica (rispetto ai martensitici)

Il sistema di designazione è graficamente riportato nella tabella sottostante

(figura 1).